versicolazioni

Felice Serino
Versicolazioni  
Biografia  
 
 
 
L'OMBRA    

negativo di me mio vuoto
in proiezione mi copia con inediti
profili tagliati nella luce - se dal
di fuori la spiassi mi direi sono
io quello?

pulviscolare ha i contorni
del sogno e i suoi fòsfeni
si spezzetta se riflessa inafferrabile
fantoccio mi diventa
pure mio vuoto mia metà

che estinta con l'ultima sua luce
rientrerà nel corpo-contenitore
unificata con la terra - senza un grido
tutt'uno con la morte -
senza perché - solo ombra


 
 
FRAGILE FOGLIA

e nel momento del distacco
l'io si farà fragile foglia
appoggiata ad una spalliera di vento


 


VISIONE

imbevuto del sangue della passione un cielo
di angeli folgora l'attesa vertiginosa
nella cattedrale del Sole dove ruotano
i mondi
è palpito bianco la colomba sacrificale.


 

 

QUEL SORRISO
                    a R.

oltre lei forse fra le stelle
dura quel sorriso che nell'aria
ti appare ora sospeso come fumo

lucido incanto il tuo
sperdutamente altrove -
l'ha disperso il vento


 

INSOSTANZIALE LA LUCE

insostanziale la Luce
nella carne si oscura
(energia fatta densa)

luce verde della memoria
scuote la morte:

il nocciolo del tempo
nel buio delle vene è universo

presto deperibile



 

QUALCUNO MI CONOSCE

somigliano i sogni
a queste nuvole a stracci

mai come ora
ho bisogno d'un gancio
per appendermi al cielo


 

MOMENTO
        ad Angela
 

[ispirata in dormiveglia il 28.10.2007,
a 48 ore dal mio 66 genetliaco]

torpore:
velo di tenebra sugli occhi
mano che ti muore nella mano

ed bellezza anche questa:
minimo ritaglio dell'eterno


 
     

SPIOVE LUCE

spiove luce
di stelle gonfie di vento
col tuo peso
greve di limiti
ti pare quasi vita sognata
il vissuto già divenuto memoria

siamo frecce
            scagliate nel futuro
o il tempo che ci è dato è maya
e si è immersi in un eterno presente?


     

AVVOLTI NELLA LUCE

[ispirato dalle parole in apertura,
che mi hanno tormentato per giorni]

se nascere nella morte
è questa vita
breve sarà il vagare
nella tenebra della conoscenza
per noi apprendisti dell'Indicibile
avvolti
nella luce della Parola
legati da una promessa di sangue
a Chi ci tende nei secoli

le braccia aperte in forma di croce


     
     
Felice Serino: felser41@alice.it
     
  vai alla pagina n° 2
chiudi